Paesi emergenti Settembre 21 – 26

Paesi Emergenti

Kazakistan, riviste le stime sulla produzione di petrolio:

Il Ministero dell’Energia kazako ha ridotto le stime sulla produzione di petrolio fino al 2020 dell’11,5%. Le nuove stime prevedono una produzione di 92 milioni di tonnellate nel 2020. La produzione di petrolio raggiungerà 77 milioni di tonnellate nel 2016 e 92 milioni di tonnellate nel 2020, rispetto ai 3,8 milioni e ai 12 milioni di tonnellate previste in precedenza;

Thailandia, ecco le nuove norme per gli investimenti stranieri:

La Thailandia ha annunciato che aggiornerà la propria politica di investimento, dopo 15 anni di stagnazione. Il Consiglio tailandese degli investimenti (BOI) ha annunciato una nuova strategia di promozione degli investimenti che durerà sette anni e che apporterà modifiche significative a diverse politiche di promozione degli investimenti già esistenti. Le nuove politiche, entrate in vigore quest’anno e durerà fino alla fine del 2021, hanno lo scopo di ristrutturare l’economia thailandese verso forme volte specialmente alla promozione degli investimenti. Tali nuove politiche si pongono l’obiettivo di creare un ambiente attraente per gli investitori stranieri. Particolare attenzione viene posta negli investimenti che migliorano la competitività nazionale e nelle attività che tutelano l’ambiente, mediante risparmio energetico ed utilizzo di energie alternative. Vengono agevolati gli investimenti nelle province di confine del sud della Thailandia e nelle zone economiche speciali. La nuova legge sugli investimenti stranieri si pone, inoltre, lo scopo di migliorare la competitività delle imprese thailandesi e il ruolo della Thailandia nel mercato internazionale. Tale obiettivo sarà agevolato anche dalla nuova legge sui lavoratori stranieri, i quali, in alcuni casi, non necessitano nemmeno di ottenere un permesso di lavoro per lavorare in Thailandia.

Mozambico, al via il progetto di costruzione di 24 zone economiche speciali agricole:

Il Mozambico ha annunciato che verrano create Zone economiche speciali (ZEE) interamente dedicate all’agricoltura: questo uno dei piani del governo di Maputo che avrebbe già individuato 24 zone potenziali da destinare per la creazione di tali zone, al fine di stimolare gli investimenti nell’agribusiness e aumentare la produzione agricola. Il progetto è stato annunciato dal ministro delle Politiche Agricole e della sicurezza alimentare, Jose Pacheco, il quale ha precisato che la creazione di zone economiche speciali dell’Agri-Business, è coordinata con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal momento che gli imprenditori che vi opereranno saranno in grado di beneficiare di alcune esenzioni, tasse incluse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.