Paesi Emergenti 7 – 13 Marzo 2016

Paesi Emergenti

Etiopia, il governo cerca nuove soluzioni per agevolare gli investimenti stranieri:

La Commissione etiope per gli investimenti (EIC) si accinge a rivedere i regolamenti che hanno ridotto negli ultimi anni il volume del flusso di investimenti diretti esteri (IDE) e integrare al più presto misure per facilitare le attività dei potenziali investitori internazionali. Ad annunciarlo è stato il direttore generale dell’EIC, Fitsum Arega, specificando che il Governo di Addis Abeba sta lavorando alacremente al fine di creare un quadro normativo semplificato in grado di migliorare il clima d’affari in Etiopia e attirare investitori dall’estero. Il nuovo regolamento è attualmente al vaglio delle autorità competenti e dovrebbe essere approvato entro l’anno in corso. In particolare, in base a quel che viene reso noto, il nuovo regolamento dovrebbe semplificare le procedure per ottenere le autorizzazioni e le licenze necessarie ad avviare i progetti d’investimento, riducendo la burocrazia e i passaggi intermedi attualmente necessari.

Anche il Kenya adotta lo sportello unico per gli investimenti stranieri:

L’Autorità per gli investimenti del Kenya (KenInvest) ha reso nota la volontà di aprire, entro il mese di giugno, uno sportello unico dedicato agli investitori esteri. A comunicarlo è stato il direttore esecutivo di KenInvest, Moses Ikiara, aggiungendo che il Governo ha già approvato la sua creazione. Ciò contribuirà certamente ad agevolare gli affari in Kenya; il Paese, tra l’altro, è migliorato enormemente come dimostrato anche dall’indice della Banca Mondiale, che vede il Kenya al 108° posto rispetto al 138° del 2015 e nei prossimi 5 anni l’obiettivo è entrare nella top 100. L’adozione del nuovo sportello unico dovrebbe risolvere, altresì, tutte le difficoltà che gli investitori stranieri incontrano nell’avviare le proprie attività in Kenya, centralizzando tutte le richieste burocratiche finora espletate da agenzie governative diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.